IL PEELING DEL CASHMERE

Quando parliamo di peeling del cashmere intendiamo la comparsa di “palline di fibre” che si formano in seguito allo strofinio di piccolissime fibre superficiali che escono dal filo perché non fissate totalmente dalla tosione. Contrariamente a ciò che si pensa, il peeling non riguarda in nessun modo la qualità del filato. Questo è infatti una caratteristica comune del cashmere e della lana fine.

Chi produce maglieria in cashmere deve perciò considerare le caratteristiche che questa tipologia di fibra presenta scegliendo tra: privilegiare la morbidezza del capo, utilizzando quindi un filato gonfio, morbido e leggero, ottenuto con pochi giri di torsione e quindi più soggetto a peeling oppure optando per serrare il filo, impedendo la liberazione di quelle fibre che, con l'utilizzo frequente del capo, provocano il peeling. In questo modo rinuncio però ad un capo morbido e gonfio.

Una ritorcitura corretta medio/altra e un fissaggio ottimale è il miglior compromesso tra mano e resistenza al pilling.

E' poi molto più semplice che si produca il peeling nei maglioni realizzati con filati molto fini e quindi pregiati piuttosto che con quelli più comuni e di dimensioni più importanti.

Se volete cercare di contrastare il fenomeno dei pallini sui maglioni dovrete seguire alcuni consigli:

  • Indossare la maglia massimo 1-2 giorni di seguito, lasciandola poi riposare per almeno 24 ore.

  • Lavare regolarmente il capo: le fibre di questo materiale sono amanti dell'acqua. Non bisogna dimenticare che le capre dalle quali si ricava il pregiato filato sono solite vivere all'aperto, in territori freddi e spesso molto piovosi. Le fibre, bagnandosi, reagiscono allentandosi e quando si asciugano, tornano allo stato originale. In questo modo la vostra maglia di cashmere sarà rinnovata ad ogni lavaggio.

  • E' importante fare attenzione a ciò che si indossa sopra ogni capo di maglieria.

    E' importante che presenti una superficie liscia e regolare, per cui è meglio rimuovere eventuali etichette, zip o bottoni sporgenti per evitare sfregamento e attrito.

  • In caso di formazione di peeling utilizzare con cautela un rasalana appropriato.

Per mantenere inalterato nel tempo il pregio di questo capo è importante trattarlo con cura. Il cashmere necessita di essere lavato delicatamente in acqua tiepida ad una temperatura massima di 30° C, optando poi per una breve centrifuga prima dell'asciugatura. Quest'ultima deve avvenire su un piano orizzontale, inserendo al suo interno un asciugamano bianco affinché assorba l'acqua in eccesso.

Si può poi stirare il capo a rovescio con un ferro a vapore.

SFERA SRL - ZINCO® OUTLET - P.IVA: 03764540369
via Giorgio Campagna 72/B 41126 fraz. Cognento (MO) - TEL: +39 0598720962 - EMAIL: info@sferaitaly.com

Realizzato con VelociBuilder - Another Project By: Marketing:Start! Sassuolo - Privacy Policy